Regional Consultations with Pastoralist and Livestock Breeder CSOs

14 dicembre 2015 | Scritto da Chiara in Notizie

VSFG

Regional Consultations with Pastoralist and Livestock Breeder CSOs
Towards better Policies in Support of Pastoralism

(Progetto finanziato da IFAD – Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo)

Nell’agosto 2015 un consorzio composto da alcuni membri della rete VSF International: AVSF, VSF-Belgium, SIVtro-VSF Italy, VSF Germany and VSF Justicia Alimentaria Global hanno iniziato un nuovo progetto per l’organizzazione di consultazioni regionali con pastori e associazioni di allevatori. Il progetto, cofinanziato dal Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), durerà 18 mesi e prevederà l’implementazione di attività in Africa, Asia e America Latina.

PERCHÉ?

Si stima che oggi quasi 200 milioni[1] di pastori nomadi e seminomadi nel mondo producano cibo e reddito per le loro comunità e contribuiscano alla conservazione della biodiversità e all’attenuazione dei cambiamenti climatici. I sistemi pastorali sono sistemi sostenibili a basso impatto estremamente adattabili alle condizioni ambientali e socioeconomiche in cui si svilupano. Ciò nonostante, le comunità pastorali sono spesso emarginate, mancano di un riconoscimento politico e di un adeguato supporto istituzionale. Ne risulta che debbano spesso confrontarsi con difficoltà nell’accedere alle risorse naturali e con precari diritti di proprietà sulla terra e sulle risorse idriche che in qualche caso diventano causa di conflitti. Inoltre le persone che vivono in aree pastorali difettano di infrastrutture adeguate, hanno accesso limitato ai mercati e i servizi di base sono generalmente scarsi e distanti. Nonostante gli sforzi compiuti negli ultimi anni da ricercatori, dalla società civile e da professionisti dello sviluppo, le posizioni tra pastori ed istituzioni rimangono lontane. Il nostro progetto quindi si propone consolidare iniziative esistenti e tenta di avvicinare le parti producendo raccomandazioni pratiche per l’attuazione di norme e programmi efficaci e per rafforzare la promozione delle OSC (Organizzazione della Società Civile) locali e delle loro reti. Una più forte partecipazione nel processo normativo e politiche più adeguate contribuiranno a migliorare le condizioni di vita dei pastori ed il loro benessere.

QUALI SONO GLI OBIETTIVI PRINCIPALI?

Obiettivo generale: Contribuire a migliorare la sicurezza alimentare e la nutrizione delle comunità pastorali e delle popolazioni indigene nomadi, incrementarne il reddito e rafforzare le loro capacità di ripresa.

Obiettivo specifico: Consolidare le competenze della società civile pastorale e contribuire all’ideazione di norme e programmi a livello regionale e internazionale.

QUALI SONO I RISULTATI ATTESI E COME POSSONO ESSERE RAGGIUNTI?

Il progetto mira a:

–         Identificare un’agenda politica in favore delle comunità pastorali, includendo prove sull’importanza del pastoralismo sostenibile, stabilendo sfide e opportunità a livello locale, regionale e internazionale, e fornendo raccomandazioni per le istituzioni e le organizzazioni internazionali.

–         Consolidare le reti e le alleanze delle OSC pastorali in ognuna delle 5 sub-regioni identificate: Nord Africa e Medio Oriente, Africa Occidentale e Centrale, Africa Orientale e Meridionale, Asia e America Latina.

–         Proporre l’agenda pastorale nei dibattiti e forum nazionali, regionali e internazionali attraverso un sostegno coordinato e una campagna di sensibilizzazione.

Tutto questo sarà raggiunto attraverso un processo a 2 fasi. La prima fase sarà ampiamente dedicata al processo consultativo – includendo indagini a livello comunitario e l’organizzazione di convegni regionali con i rappresentanti delle OSC pastorali – per l’elaborazione congiunta di raccomandazioni politiche. La seconda fase si concentrerà principalmente sulle attività si sostegno e di sensibilizzazione, cominciando con l’organizzazione di sessioni speciali sul pastoralismo al Farmers Forum 2016 dell’IFAD.

Segui gli aggiornamenti anche sul sito di VSF International


[1] Il numero stimato di pastori nel mondo varia tra 200 e 600 milioni. Secondo la World Initiative for Sustainable Pastoralism, i pastori nomadi e i pastori transumanti nel mondo ammontano a circa 200 milioni di persone. Comunque, se venissero inclusi anche gli agro-pastori estensivi, il loro numero si accrescerebbe consistentemente. http://www.iucn.org/wisp/pastoralist_portal/pastoralism/

 

DICEMBRE 2015
LE INTERVISTE nell’ambito delle prime attività del progetto:

Mauritania

Mauritania

Mauritania

Mauritania

Campi profughi Sahrawi

Campi profughi Sahrawi

Campi profughi Sahrawi

Campi profughi Sahrawi

Campi profughi Sahrawi

Campi profughi Sahrawi

 

TORNA A PROGETTI IN CORSO

Rispondi

close